keyboard_arrow_right
Bordelli gay Modena

Escort milano ticinese italian gay daddy

escort milano ticinese italian gay daddy

A questo mi pare possono rimandare i recenti avvenimenti, e su questo mi piacerebbe che ognuno riflettesse per dare un senso a quello che è successo. Non voglio sentirmi a disagio per il solo essere maschio e non credo che questo possa in qualhe modo servire a superare le abberrazioni che questa realtà ci propone. Risarcire, dal latino resarcire, acconciare di nuovo, rattoppare, rimediare.

Tutti termini che rimandano a qualcosa di scomposto, strappato, rotto. Qualcosa che non sarà mai più come prima, comunque la metti.

Massimo, per capire meglio le tue interessanti argomentazioni. Allora, penso che dobbiamo uscire dalla metafora. Ci possiamo accontentare di questo? I criteri giuridici, psichiatrici non ci basteranno mai. Io non parlo di colpa in senso tecnico, giuridico, ma nemmeno metaforico, narrativo, intendo parlare di una cosa che esiste aldilà della nostra stessa volontà di ignorarla e che, rispetto alle nostre abitudini consolidate, rimane impassibile come la sfinge leopardiana.

Dico colpa, come dire laicamente peccato. Noi possiamo disquisire piacevolmente, ma io torno a porre un certo tipo di domande. Come vivranno i suoi famigliari? Andranno a portargli le arance come nulla fosse? Credi che basti essere pazzi per non avere colpa?

Io no, credo che non basti: Lo sforzo enorme che occorrerebbe per provare a dimenticare sarebbe vano. Non è il codice penale, né il DSM. Io intendevo per pazzia la malattia, quella tecnica e clinica, che pure esiste, quindi in modo circoscritto. Insomma, credo che ci dobbiamo fare una ragione del fatto che la possibilità del male esiste e che il superarlo nel bene è il problema di governo morale di tutta la nostra vita. Non ti nascondo anche che uso volentieri alcuni termini che sono oramai considerati antiquati perché il non saperli più usare, anche nelle circostanze in cui sarebbe appropriato farlo, mi pare un male peggiore.

Per il resto, hai ragione: Fuori da quei limiti di normalità ci stava anche un Beethoven, ci stava pure un Caravaggio, il quale fu anche omicida. Ogni violenza, ogni omicidio, ma anche ogni grande capacità a rigore rompe questa grigia sistemazione. Solidarietà alle persone perbene! Un omicidio che per le sue modalità, scuote e produce emozioni diverse , che si traducono in commenti e opinioni.

Chi si mette nei panni delle vittime? Noi abbiamo un grande spazio per muoverci e scegliere: Marina, se ti avessi qui davanti ti direi: Ma davvero pensi che tua madre, tua sorella, tua figlia, le tue colleghe di lavoro, le tue amiche vivano in un contesto di paura più o meno esplicita nei confronti di noi uomini? Forse si potrebbe ripartire da qui, da quelle certezze che, sole, riescono a consolare quando la sera chiudiamo gli occhi.

E allora il caos riprende posto nella mia testa e il sole che nasce e tramonta non mi consolano più. Tu preferisci pensare che anche il discernimento tra bene e male sia in divenire, storico, io invece tendo ad una tesi meno storicista.

Voglio dire, comprendo le tue ragioni, che mi fanno molto riflettere. Ma in definitiva, su questo non possiamo scrivere più nulla, senza ripeterci.

Comprendo i tuoi dubbi. Sono daccordo, Massimo, se questo è il crimine, si deve applicare la pena che il giudizio stabilirà.

Infatti, non era questo in discussione. Intanto, vediamo se le investigazioni riusciranno a fare luce su questa vicenda che per il momento mi sembra molto ambigua, anche considerato il fatto che pure la confessione, nella moderna civiltà giuridica, da sola non è considerata risolutiva. Giuseppe, besterebbe seguire la sequenza cronologica dei post per capire che non facevo allusione alcuna.

Errata corrige del precedente messaggio: De Lucia, stia certo che non la metto in competizione con nessuno. Capisco e condivido le sue cure e il suo allarme per la violenza, ma dissento da certe generalizzazioni che mi sembrano estremistiche seppure motivate da generosa partecipazione. La ringrazio della sua stima che ricambio.

Questa cosa dei cimiteri potrebbe spiegare molto. Spero non si dirà ora che gli uomini oltre il resto, sono tutti anche necrofili in potenza. Tutti di spessore, e di livello ben più alto del mio semplice intendere e dai quali ho tratto quanto doveroso. Credo abbiate tutti letto quanto scritto, dove lascia agli uomnini dare risposte su comportamenti, atti, e quanto di peggio è possibile attendersi verso una donna. Mi spiace, non ho soluzioni al male imperante, non ho contromisure, non posseggo pozioni magiche.

Un male inestirpabile pare da centinaia di anni dove purtroppo la donna ha avuto parte sempre funesta, comunque la si voglia guardare. Giustamente, il giornalista nello specifico Marina Terragni affonda il colpo e sollecita risposte, soluzioni. Mi spiace deluderla, non credo esistano, in quanto il genere umano avvizzisce, invecchia, ma mantiene purtroppo vive aberranti situazioni. Sento il bisogno di ringraziarti per questo post e di segnalarti un libro che sto leggendo e che credo tenti delle risposte.

Credo che si tratti di un libro importante, che ci aiuta a non lasciarci sviare e depistare a parlare di altro il trattamento dei media, i dettagli …. La domanda che fai, la ricerca di una spiegazione, è il centro della questione. Se posso aggiungo solo che la partecipazione deoi maschietti mi sembra una bella risposta alla problematica: Questa mi pare una ragionevole constatazione, espressione di buon pensiero critico, che a me sembra addirittura ovvia.

Giuseppe, anche per me è ovvio, ma le pagine del libro non si riducono a quello. Magari prima di criticarlo, potrebbe leggerlo. Non è che lui critichi, è che non puoi sgarrare……. Non lo perdona a sè, figurati agli altri……. Giuseppe Mi dispiace per il fraintendimento. Mentre il libro le assicuro che non lo è. Se Giuseppe avesse letto almeno la recensione della Perini, non si sentirebbe sollevato al punto di disconoscere la sua critica.

Trovo Francesca terrificante nella sua sicurezza. A lei i talebani e i komeinisti le fanno un baffo. Marina prova pena per lo stupratore vero, almeno, lui ha confessato di esserlo. Francesca, invece, che ha capito tutto e ci fa la sua lezioncina, non è nemmeno interessata a relazionarsi con Giuseppe anzi, per lei è un vero nemico, o un minus habens, il pensiero del quale non è importante.

Perchè, gli si chiede? Farebbe piacere capire cosa ne pensa Marina. Se questo animo prevenuto è il modo con cui ci si dispone a discutere e ci si relaziona agli altri , converrete che è inutile farlo. Una modalità, le assicuro, peregrina che mi sembra del tutto decentrata. Con il che mi pare che lei sia distantissima proprio dalla pregevole qualità critica della frase in questione. Anche questa è una forma di violenza.

Non mi sembra di aver manifestato un desiderio di relazione. Ho espresso il mio giudizio senza troppi giri di parole, cosa che invece mi pare oltremodo consueta in questo blog, da parte di alcuni che lo invadono a vario titolo, invece di commentare il tema.

E il mio giudizio è comprensivo del diritto di notificare le errate comprensioni del testo proposto che invece mi appare di una pregnanza straordinaria, in questi terribili giorni. Invece di esercitarvi a definire la normalità e la follia, fareste bene a confrontarvi con la realtà e la realtà è che una ragazzina è stata assassinata e poi stuprata, che una bambina di due anni è stata violentata dal fidanzato della sorella. E quindi va indagata con cura non per puro esercizio esibizionistico, che ne abbiamo abbastanza.

Scusatemi, non so se il mio intervento è opprortuno, non avendo avuto modo di leggere tutti quelli precedenti. Ho visto, ancora ieri sera a Quarto Grado diretta Rete 4 che il Garage della famiglia Misseri, non aveva nessun sigillo dei Carabinieri.

Terragni, se lei è sposata e se lei ha dei figli maschi nel suo nucleo familiare lei dispone di un ristretto campione di — secondo la sua tesi — potenziali stupratori ai quali rivolgere le sue domande circa la sessualità maschile.

Qualcosa mi fa pensare che lo decida Francesca stessa…. De Lucia, non avevo dubbi. Bleacher, mi pare evidente che è come lei pensa. Costantino è fichissimo, ma qui la discussione sta tornando indietro. Io apprezzo che molti uomini si siano resi disponibili a discutere, questo a mio parere è già un guadagno, un passo avanti rispetto al silenzio difensivo.

Ci sono situazioni, tipo il carcere di Bollate, diretto magnificamente da Lucia Castellano, in cui si fa un lavoro sui sex offender. Il primo passo, per il sex offender, è quello di riconoscere il male che ha fatto, di uscire dalla minimizzazione difensiva.

Francesca, io sento e condivido la tua rabbia, la rabbia è il primo movimento per uscire dalla paura, ma poi si deve fare lo sforzo di passare a un secondo step, cogliere nelle cose che gli uomini dicono le crepe, le incertezze, i segnali che rivelano un cedimento, una disponibilità. GIUSEPPE… dai non te la prendere tanto… si discute amichevolmente e basta… tuttavia pur essendo Maschio io sto dalla parte delle donne… mi dispiace per i miei colleghi maschietti che tentano una disperata difesa ad oltranza della propria specie..

Sapevamo come la pensava Marina. De Lucia, io mi sforzo di stare dalla parte della verità, non delle convenienze o degli umori. Marina, credo che siamo al paradosso. Di quali crepe parla? La invito a non cambiare le carte in tavola. Le assicuro che ho ancora la capacità di capire e di non confondermi.

Le crepe stanno nella villania gratuita e, ancor più, nei precari ragionamenti di Francesca, rampollati dal nulla e in nulla consistenti, mentre ioi stavo parlando con altri. Non sono ancora arrivato a questo punto. Giuseppe, poichè è stato definitivamente acclarato che lei è uno stupratore, il fatto che lei mi rivolga la parola manifestandomi pubblicamente solidarietà mi crea un notevole imbarazzo, anche se con ogni probabilità pure io sono come ogni altro uomo, tranne certamente parenti ed amici Terragni uno stupratore.

Bleacher in effetti temo che sia stata scoperta in me la natura congenita dello stupratore. Certamente, per la superiore logica con cui era sferrato. Mettere in discussione la nostra virilità è molto difficile, significa far uscire qualcosa di profondo che spesso ignoriamo, e di cui spesso non ne abbiamo consapevolezza.

La complessità della questione non ne facilita la discussione su un blog, ma le reazioni dei maschi alla richiesta di assunzione di responsabilità sono le medesime ovunque. La santificazione delle donne è insensata. Ma questo male di cui parliamo, altrettanto certo, è quasi totalmente maschile.

Ed è assurdo che siano solo le donne a parlarne. Qui ne stanno parlando tanto anche gli uomini. E, ribadisco, questa è la cosa più importante. Marina Terragni scritto il: Quello che intendevo dire è che non ci sarà nessun secondo step se si prende una certa direzione, perchè il ragionamento rincula e torna pari pari al punto di partenza. Questo non significa disconoscere il valore di tutti i post.

Ti chiedo gentilmente di bannare qualsiasi post venga scritto in maiuscolo, sappiamo bene che è di per se segno di maleducazione, una mancanza di rispetto verso tutti.

Giuseppe, la invito ad esercitare meno sarcasmo e ad assumersi le sue responsabilità di maschio, come sicuramente hanno già fatto i componenti maschi della famiglia Terragni. Mi piace questo modo di affrontare le questioni: Parimenti si potrebbe invitare i maschi a rispondere di come mai alcuni altri maschi millantano, truffano, uccidono, manipolano, concutono, corrompono, etc. Ora che è stato stabilito scientificamente che il libero arbitrio non conta, ma che tutti i maschi sono accomunati per le colpe di alcuni maschi a causa del fatto di essere dotati degli stessi organi sessuali maschili, si potrà affrontare qualsiasi questione applicando lo stesso schema applicato per scoprire come mai alcuni maschi stuprano e compiono violenze sulle donne.

E qui non si urla. Ho solo espresso la mia opinione, che probabilmente non coincide con la sua. Suppongo che anche questa sia una attitudine tipicamente maschile, anticanera della violenza sessuale: Un pestaggio di gruppo per il tassista finito in coma. Si cercano i complici Tensione e omertà nel quartiere. De Lucia, vorrei farle osservare che con quanto lei ha appena scritto a proposito di Terragni lei ha individuato la ragione per cui la sua convinzione circa una ipotetica superiorità civile e morale di quelle persone che nascono con organi sessuali femminili è priva di fondamento.

Consapevolezza e condivisione del problema e rispetto delle idee degli altri e delle altre, pur combattendo, mi pare siano un pre-requisito. Gentile Bleacher, se lei usasse un tono meno inutilmente provocatorio sarebbe più facile dialogare con lei. Non si scrive in maiuscolo. Quanto poi al fatto che un uomo fondi e presieda un partito che chiama partito delle donne, continuo a vederlo come un gesto paternalistico che non condivido, come molte altre qui.

Stavo godendomi in giardino queti ultimi meravigliosi scampoli di sole quando il mio gatto Napoleone ha teso un agguato ad un merlo maschio. De Lucia, secondo me quanto lei scrive pecca di logica. E penso anche che tale lacuna caratterizzi gli scritti di altre persone che scrivono qui.

Terragni, credo che se lei usasse maniere più tolleranti nei confronti di chi esprime la propria opinione dissenziente dalla sua, sarebbe più facile dialogare qui sia con lei, sia con quelle altre persone che seguendo il suo esempio si sentono autorizzate ad essere altrettanto poco ben disposti verso chi dissente.

I commenti hanno preso un tono che…….. Voglio dire che non è solo questione intelletuale, ma di intelletto impiantato su un fisico reale in un contesto di esperienze.

Dunque, Frane, lei sta sostenendo che gli uomini tutti gli uomini nascono inevitabilmente stupratori proprio in quanto nascono con gli organi sessuali maschili? Oppure sta dicendo altro?

A coloro che sostengono che ciascun uomo è uno stupratore vorrei chiedere come spiegano il fenomeno di quei milioni di uomini che sono vissuti e poi sono morti senza avere stuprato o commesso violenza su di alcuna donna. Io non lo credo. Il problema è che quella frase, pur nella sua singolarità che non ho estrapolato io mi sembra smentisca del tutto le predeterminazioni naturistiche che qui si vanno facendo da molti con disinvoltura.

Tutti siamo fisico e intelletto e il problema morale sta proprio nel governare quei nostri impulsi, di tutti naturalmente, ciascuno a suo modo.

Cosa fatta da altri ed esattamente contraria alla verità. In questo penso abbia ragione Bleacher. Pietro, forse è come dice lei. Ma forse — come reputo io — le donne piuttosto che essere capaci di governare meglio rispetto agli uomini i loro impulsi, sono semplicemente consapevoli che essendo dotate da madre natura di minore forza fisica, non conviene loro di passare alle vie di fatto in quanto nella maggior parte dei casi sarebbero la parte soccombente.

Forse gli infanticidi commessi dalle donne sono quei casi in cui donne non in grado di governare bene i loro impulsi danno libero sfogo alla violenza sapendo che nello scontro non soccomberanno.

Stare a discutere di distinzioni fra uomini e donne secondo me è una sciocchezza che denota una grossolana superficialità. Questo forse significa che io e te, da questo punto di vista, siamo simili anche se io sono dotato di organi sessuali maschili, e tu sei dotata di organi sessuali femminili. Ma questo non significa che a nessun uomo venga in mente di passare alle vie di fatto, e nemmeno significa che a nessuna donna venga in mente di passare alle vie di fatto.

Prendiamo il caso di quel ventenne che a Roma ha dato un pugno in faccia mandandola in coma ad una 32enne con la quale stava avendo un diverbio un diverbio per ragioni futili. Io ne deduco che il soggetto in questione è poco capace di governare i suoi impulsi animaleschi e che quando valuta di potersi affermare con la violenza lui la usa, e non solo per difendersi, ma per offendere.

Questo non signifca che tutti gli uomini sono come lui. Prendiamo poi il caso di quel tassista milanese picchiato pochi giorni fa per avere involontariamente investito il cane di una ragazza. Quella ragazza ha dimostrato anche lei incapacità a controllare i propri impusli animaleschi. Ma io credo anche che se fosse stata da sola li avrebbe controllati. Ma quella ragazza violenta che si accompagna ad un uomo violento lo sa che la violenza del suo fidanzato un giorno si potrebbe rivolgere contro di lei?

E se lo sa, perchè ci si accompagna? Forse perchè sono simili. Tengono conto di un punto di vista da sviluppae e sono sicuro lo farà Terragni. Anche a me è capitato di vedere risse con uomini, assolutamente fessi e colpevoli, venire alle mani aizzati dalle relative signore che, quando quelli accennavano a desistere, rincaravano la dose, urlando: Uomini e donne, in coppia, furono un moltiplicatore di questa violenza. Scusate se ogni tanto mi intrometto, lo faccio nella speranza di offrire spunti di riflessione.

Chiedo solo di non concentrarsi sulle prime due righe, apparentemente dure nei confronti degli uomini, ma di valutare bene tutto il discorso: Benché sia facile trovare donne che commettono aggressioni sessuali e il numero pare in aumento , lo stupro resta fondamentalmente un problema associato con le virilità umiliate. Ben più importante, forniscono una storia dominante dalla quale gli uomini, in atti di creazione del proprio sé, attingono le giustificazioni per la violenza sessuale e la colpa che a essa si accompagna.

Tra i più famosi, lo studio condotto da Peggy Reeves Sanday sulle società esenti dallo stupro rivela che i discorsi favorevoli allo stupro non sono presenti in tutte le società. Io credo che se non si ha la possibilità di fare qualcosa di inaccettabile, non si commetterà quel qualcosa di inaccettabile. Gli uomini, essendo mediamente più fisicamente forti delle donne, si trovano nella condizione di usare quella forza per commettere qualcosa di inaccettabile più spesso di quanto ci si trovino le donne.

Alcuni uomini cedono alla tentazione di usare quella maggiore forza per commettere qualcosa di inaccettabile. Chiunque goda di un vantaggio competitivo ha la possibilità di usarlo. A volte usare quel vantaggio non è lecito, ma spesso si decide di usarlo lo stesso. Accade anche alle donne, quando dispongono di un certo vantaggio competitivo. Basta vedere quanto le donne attraenti siano consapevoli di poter sedurre quasi qualunque uomo, anche per ragioni non nobili.

A questo mondo molti sia uomini che donne fanno quello che possono, anche ricorrendo a scorrettezze o violenze, per raggiungere un qualche risultato. Gli uomini possono usare la violenza più spesso delle donne. Le donne possono usare per esempio la seduzione più spesso degli uomini. Lidia, allora stai forse sostenendo una superiorità civile e morale delle donne per il solo fatto di essere persone nate con organi sessuali femminili?

In caso affermativo, lo puoi dimostrare scientificamente? Non mi spiacerebbe nemmeno dilungarmi su quanto scrivi ma preferisco invece farti una domanda: Dunque sappiamo un paio di cose fondamentali: Ora questo ci riporta, giustamente, alla possibilità di compiere il male.

MA, mi piacerebbe sapere, perché in queste situazioni tanto drammatiche per tutta una popolazione — giovani e vecchi, uomini e donne — le donne non paiono distinguersi mai come autrici di violenze? Voglio dire, in un paese in preda al caos non solo degli uomini possono commettere impunemente delle violenze, pure delle donne potrebbero, soprattutto su quelle migliaia di bambini di cui tanto si è parlato e che nel caso si presterebbero più facilmente a vittime, vista la loro inferiorità fisica.

Bleacher rispondimi ti prego, perché per gli uomini, possibilità a parte, è tanto più facile commettere delle violenze? E delle violenze contro le donne?

Perché è vero che siamo uomini e donne ed è tanto più vero che anzitutto siamo persone — chi meglio, chi peggio — non saranno certo solo i nostri organi genitali a decidere la nostra qualità. Che tanti uomini odiano le donne.

De Lucia e se i ceffoni, invece, li dà la madre? Pido, credo che alle domande che mi poni hai già individuato nel tuo stesso post le risposte. Ti basterebbe rileggere con più attenzione quello che avevo scritto io. Ad esempio io avevo scritto che se chi dimostra la tendenza a sgarrare non riceve una pedagogica legnata metaforica o reale quando sgarra, sgarrerà di più. Ad Haiti dopo il terremoto probabilmente sono venuti meno i dispensatori di legnate.

I maschi tendenzialmente violenti ne avranno approfittato. Le donne tendenzialmente violente probabilmente non traggono gran soddisfazione dal compiere atti di violenza gratuita su vecchi e bambini. Claudio, hai condensato, e confermato, in poche parole quello che anche Bourke sostiene, citando lo studio di un sociologo, Eugene Kanin.

I ragazzi sessualmente aggressivi avevano molti più rapporti sessuali dei ragazzi che non mostravano atteggiamenti violenti. Vorrei fare un suggerimento. Il quale ultimo non fa notizia, ma, poi, è quello che supera il primo e ci porta avanti, anche in azioni quotidiane e non altisonanti. Perché, dunque, non investighiamo pure i processi per cui le energie che possono versarsi nel male, vanno invece a promuovere la creazione di opere utili, di amore e di civiltà?

Che dire, ad es. Ecco un bel modo di azzerare lo sforzo che stanno facendo Ilaria e Claudio, per non parlare degli interventi precedenti di Ilaria, di Francesca, di Pietro, di Pido. Quando si arriva faticosamente al nodo, dopo essere passati indenni attraverso il fumo dei tentativi espliciti di non parlare del problema per come effettivamente si presenta, arriva un post, quello di Giuseppe, che vorrebbe cambiare addirittura argomento.

Oltretutto legandolo malamente al tema: Perché sarà capitato, no? E come ci siamo sentiti? Lei crede che i sentimenti, le esperienze e i pensieri che lei descrive non siano anche di altri, me compreso, e non siano consapevolmente impliciti nei loro giudizi? Abdgiusepp consapevolmente impliciti nei giudizi, certamente. E io non sono del suo stesso parere.

E non si difenda dicendo che si fa il processo alle intenzioni, su! Era tutto qui, mi creda. Ognuno risponde, sempre in maniera pertinente, secondo il suo pensiero, esaminando criticamente tutti gli aspeti di un tema, le implicazioni e le conseguenze, non secondo un percorso precostituito del tema stesso, quello a risposte obbligate.

Non mi sono ancora adeguato al pensiero unico o a quello che altri considerano tale in genere, il loro. Ma le propongo sinceramente di non contiuare questa polemica che veramente ci porterebbe fuori tema. Anche da parte mia, si figuri. Perché parla di pensiero unico? Questo è un blog in cui si chiede di parlare di un tema specificandone i contenuti, addirittura definendo in questo post, orribile mistero, quello della sessualità maschile.

Invece si è tanto generalizzato, me lo concederà. Io mi rendo conto che non è per niente facile e che la tentazione di sviare sia fortissima perché come ha detto Francesca, il livello raggiunto è insopportabile. Ci obbliga la realtà, lei mi dirà, ma allora toccherà farci i conti per quello che è, non crede?

Cosa ci costa ammettere le cose come stanno e andare avanti? Ilaria ha dato un grande contributo e vedo che a quel livello non si vuole interagire. E mi chiedo anche perché Marina Terragni non sia qui a ringraziarla, ma non perché le dà ragione, perché quel contributo corrisponde a un lavoro, un lavoro di ricerca attenta, sapiente, un sapere di cui non dovremmo più fare a meno, visto il punto in cui siamo arrivati come società. Sapere di più di noi stessi, non crede, Giuseppe, che ci aiuti tutti?

Quegli accenni secondo me indicavano un percorso di indagine più attento. Ma mal me ne è incorso. Ma per quel poco che ho ancora espresso, sono stato abbastanza vicino a quella proposizione iniziale, che è anche la mia: Il male quale accadimento non è indifferenziato, nel senso che si attua in concrete azioni.

Rammentiamoci che lo stesso stupro necrofilo, ad es. Insomma, ci sono ancora aspetti da chiarire nel fatto reale, da cui si è partiti, che a mio parere impediscono di ragionare sul tema con la perentorietà con cui è stato posto, cioè ad es. Claudio, non posso conoscere con certezza quale sia la sensazione che prova chi ha stuprato una donna, dopo avere commesso quella violenza. Non la posso conoscere con certezza perchè non ho mai commesso quella violenza.

Tuttavia sono propenso a credere che se un uomo stupra una donna, il suo obiettivo sia quello di procurarsi una qualche soddisfazione. Il fatto che siano stupratori seriali mi induce a credere che ci sono uomini che intendono provare nuovamente a procurarsi quella soddisfazione. Questo non significa necessariamente che in occasione del precedente stupro abbiano davvero trovato quella soddisfazione che si aspettavano.

Credo che anche chi si droga lo faccia per procurarsi una soddisfazione che magari non trova del tutto, ma continua a cercarla drogandosi nuovamente. Insomma, se una persona fa qualcoa che non è costretta a o non ha bisogno di fare, di solito la fa per liberarsi da qualcosa di non gradito, o perchè crede che ne riceverà un qualche tornaconto. Chi strupra probabilmente sta cercando un tornaconto a spese della sua vittima: Dopo, che ne abbia tratto davvero soddisfazione, non credo sia rilevante.

E quando in mezzo a tanti agnelli si aggira un lupo, il lupo ha buon gioco. In tutto questo, credo che la sola differenza fra uomini e donne sia che le donne hanno meno forza fisica, e quindi hanno sempre avuto meno possibilità di sottomettere il prossimo.

Giuseppe, mi fa molto piacere il suo intervento. A presto e buona serata. Non tutti gli esseri umani si comportano come animali….. Qualche volta dopo la eiaculazione si vedono le cose diversamente, a te non è mai accaduto? Guardate che se non intervengo non significa che non sto seguendo.

E infatti seguo attentamente questo interessante e complicato dibattito, in questo momento da semplice uditrice. Solo una cosa, per cortesia: Non è mai indifferente, ma data la questione in oggetto mi pare particolarmente significativo. Il necrofilo non si accontenta di avere una vittima totalmente inerme, ma esige che sia morta.

I rituali sui cadaveri sono diversi, e vanno dal rapporto sessuale con esso, alle pratiche di smembramento, fino ad arrivare al cannibalismo o necrofagia. Il termine necrofagia o cannibalismo si riferisce invece alla pratica, reale o rituale, di mangiare la carne dei propri simili; nel mondo animale è noto nella mantide religiosa e in alcune specie di ragni.

Secondo Freud, le tendenze coprofile sono del tutto normali nel bambino, che non prova nessun disgusto per gli escrementi, ma ne è addirittura orgoglioso. PEDOFILIA Per alcuni tipi di psicopatici, i bambini non sono altro che una preda facile da catturare o colpire, esattamente come potrebbero esserlo altri sventurati che hanno la sfortuna di trovarsi sulla loro strada nel momento sbagliato.

Si pensa che quasi sicuramente, il motivo di questa perversione sia attribuibile a precedenti maltrattamenti subiti dagli stessi serial killer, in età precoce. Molto meno comune invece è la gerontofilia, una perversione che riguarda un amore distorto verso persone di generazioni diverse. Con questo termine si indica una morbosa fissazione sessuale nei confronti di persone anziane. Nella fattispecie è da considerarsi il polo opposto della pedofilia. I serial killer gerontofili si indirizzano solo verso persone anziane in quanto solo con questa tipologia di vittima riescono a raggiungere la gratificazione sessuale.

Si tratta di quella perversione in cui una persona trae un intenso piacere sessuale nel bere il sangue umano. Ovviamente nel caso dei serial killer, queste regole non esistono, non esiste il galateo.

Questi psicopatici sono degli efferati criminali che non esitano a compiere atti mostruosi per soddisfare le loro malate pulsioni. Procurare sofferenze ad altre persone è il loro modo di divertirsi. Questa motivazione è anche pressochè sempre presente negli omicidi seriali riconducibili alle sette assassine.

A me pare che bleacher continuando con la stessa solfa si contraddica pure. Oltre al fatto che mi piacerebbe davvero che si rimanesse più sullo specifico, che non sui mali del nostro povero mondo. Insomma bleacher, tu continui a ripetere che per te la violenza sia questione di bicipiti più o meno sviluppati.

Perché se non sbaglio, qualche commento prima mettevi proprio i bambini come vittime ideali per le donne violente — ed in effetti si potrebbe anche prendere come esempio le brave maestre che ogni tanto compaiono sulle pagine di cronaca. Scrivi che magari le donne violente non traggono soddisfazione sul rifarsi su vecchi e bambini, ma mi sorge il dubbio, se la violenza è una questione di possibilità, su chi mai potrebbero rifarsi le donne violente?

Al contrario, perché gli uomini violenti ne approfittano subito? Che per me differisce non solo per la muscolatura. Ma con questo non ne voglio assolutamente fare un discorso di superiorità morale sia chiaro, che peraltro credo non esista. Comunque sono una donna! Non volevo confondere nessuno, ma non sono abituata ad usare il mio nome sui blog. E questo nick mi viene comodo da usare. Sono completamente in accordo con pido delle Bleacher, sembri vivere per prendere in castagna gli altri.

Sono la prima a disapprovare la santificazione delle donne. Ma qui, Bleacher, stiamo parlando di violenza sessuale. Se non ci accordiamo su questo assunto innegabile nella sua oggettività, se lo mettiamo continuamente in discussione, se ci dilunghiamo sui ceffoni della nonna e le sgridate della zia, ogni dibattito è inutile.

I maschi -come le donne- ne fanno di giuste e di sbagliate. La violenza è sbagliatissima. Per essere più precisa, De Lucia: Non è infamando il suo stesso sesso che le cose andranno meglio per le donne. Dire che i maschi per definizione sbagliano tutto è insensato. Quello che è davvero femminile è uscire dalla logica del dominio e inventarsi qualcosa di più propizio e fecondo. Glielo dico sinceramente senza alcuna volontà di polemica. Penso che lei, per dire queste enormità, abbia una visione e una conoscenza della storia molto singolari e approssimative.

Le donne ne parlano, ma le rappresentazioni del sesso che circolano non partono dalle donne. Io sarei davvero curiosa di sapere se mi sbaglio su entrambi i punti. Come si vede, non voglio solo parlare dei mali, vorrei per una volta parlare di qualcosa di buono. Io credo che solo una parte che non riesco a quantificare percentualmente degli essere umani a volte non necessariamente sempre non controllino il loro istino animale.

Nessuno ti obbliga a leggermi, ma se mi leggi e decidi di replicarmi, potresti degnarmi di quel minimo di rispetto che prevederebbe di leggere ed interpretare con buona fede quello che scrivo. Se tu avessi letto tutto quanto mi sono preso la briga di scrivere in vari post in questo thread avresti anche letto vedi il mio post delle Semmai, io credo che ci siano delle donne magari depresse o esasperate, ma non necessariamente tali che pensano di liberarsi da una fonte di stress uccidendo un loro figlio piccolo, magari di pochi mesi.

Ma per fare qualcosa, occorre uno stimolo, altrimenti di solito non si fa qualcosa senza una ragione. Allo stesso modo credo si comportino le donne tendenzialmente violente: Natura vuole che i maschi siano fisicamente più forti e di conseguenza è molto più frequente il caso di uomini che usano violenza fisica sulle donne, piuttosto che viceversa. A me sembra evidente che le donne devono usare altri metodi per imporre la propria volontà sul prossimo; metodi che impicano la manipolazione piuttosto che la forza bruta.

Trovo che spesso tale manipolazione faccia leva sulla seduzione. Infine Pido ed anche Donna delle Invece tu scrivi che gli uomini siano tendenzialmente più violenti delle donne, ma senza lo straccio di un argomento a spostegno di questa tua tesi. Terragni, io non ciurlo nel manico. La mia esperienza insegna che agli uomini interessa fare sesso più di quanto interessi alle donne.

Terragni, le replico invitandola a scrivere qui che la violenza sessuale è una delle infinite forme di manifestazione di violenza che connota in maniera uguale tanto i maschi quanto le femmine che vengono poste in essere quotidianamente dal genere umano, e che poichè i maschi sono dotati di maggiore forza fisica ed in molte società moderne anche di maggiore potere economico, e politico è consequenziale che trovandosi nella posizione di poter usare tale maggiore potere, sono proprio i maschi che più spesso delle donne usano tale potere in maniera violenta.

In altre parole, il fatto che uno squalo bianco, per via della sua mole e conformazione fisica, sia in grado di divorare più pesci di un piccolo piranha, non fa di un piranha un pesce meno aggressivo di uno squalo bianco. E già, Ilaria, perché è più facile parlare del male? Io ho cercato di porre lo stesso interrogativo, qualche messaggio fa. De Lucia, io non intendevo affatto ridicolizzarla. Quanto al merito di quello che afferma, penso che sia la cosa più facile da confutare.

Ci si potrebbe scrivere un libro. Ma non è questa la sede per farlo. Se vuole, in ogni altra opportuna situazione sono pronto a darle soddisfazione. Quanto al veritiero, ribadisco: Premesso che non sono mingherlino centimetri di altezza, 87 kili di peso e che non sono mai venuto alle mani con alcuno, segnalo che il seguente messaggio non lo ho inviato io:. Io ti posso solo confermare che mi sembra che mediamente agli uomini il sesso interessi più che alle donne.

Incede la meridionalizzazione dialettale della lingua. Ma Bossi non dice niente? Intanto, la poveretta romena colpita da un pugno a Roma è morta. Evidentemente, un tipo che mena prima di pensare. Sembra che avesse già dato, con poche spicce, un pugno in faccia a un passante durante un diverbio.

Con quella imputazione rischia anche diciotto anni. Tempo per meditare sullo spegnimento di una vita, sulla dilapidazione della sua e sul dolore arrecato, per nulla. Che pericolo poteva costituire per lui da dovergli fare sovraesporre quella violenza? E anche lo sputo che sembra le lanci poco prima, è un segno di violenza pleonastica. Lo stesso padre ha detto che deve pagare per il dolore arrecato a due famiglie.

De Lucia, non sia imprudente. O pensa che ci si possa intrattenere noiosamente su di esse nel breve spazio di questo blog?

La civiltà che lei invoca esigerebbe prima di tutto questa onestà intellettuale. Come fermare questo processo di autodistruzione globale ad opera del maschio umano? Svegliandoci dalla nostra narcotizzante e devastante illusione che siamo migliori e superiori alle donne.

Più di una su due??? Lei si vergogna di essere maschio? Ed allora faccia un passo in più e pensi che probabilmente visto con gli occhi di un extraterrestre lei si dovrebbe vergognare di appartenere al genere umano…. Io invece credo che la responsabilità sia personale, e quindi non mi vergogno per azioni poste in essere da altri, maschi o femmine che siano.

Immaginavo lei ci sarebbe andato a nozze, con questa svolta, nella sua operazione di stampa e propaganda misogina che in effetti comincia a stancarmi, e molto. Cosa sulla quale lei lei insiste caparbiamente a non convenire. E come le ho detto: Direi che se non riesce ad indicarlo lei dovrebbe riconoscere di avere errato, o quanto meno smentire di avere scritto quello che ha scritto.

Bene, e allora non continui a provocare. Se Misseri non ha violentato e ucciso, rispetto alla violenza che opprime le donne cambia poco. Cambia molto, ovviamente, nel caso specifico. Una tragedia nella tragedia. Lo vedo solo nel suo rispetto per le donne.

In terza elementare è stato preso di mira da tre bulletti perché si è rifiutato di andare a prendere a calci le femmine davanti al bagno. Ora è al liceo e mi dice che non si riconosce nei modelli che gli arrivano, che eccitano tanto i suoi amici.

Oggi sul tg 3 si sono viste due donne del quartiere intervistate. Che significato ha quella parola in questo contesto? Lo chiedo perché visto anche lo sviluppo della storia di Sarah, ho visto che il potenziale di una generalizzazione del tema violenza viene immediatamente colto e sfruttato.

E invece no, ribadisco che per me è una questione di cultura, non di natura e non cultura nel senso di anni di studio e quantità di libri letti, chiaramente.

E molto spesso, anche se non sempre, di cultura maschile misogina. Io sto solo manifestando, argomentandola, la mia opinione che lei dice di percepire come una provocazione forse solo perchè tale mia opinione non le garba.

Lei invece mi ha gratuitamente attribuito affermazioni che non ho MAI espresso e la avevo invitata ad indicare dove e quando le avrei espresse. Sembra che lei non ritenga di dover smentire o porgere scuse. Io non mi aspetto davvero che lei smentisca o porga le sue scuse, ma qualche suo altro lettore — magari di quelli che più la stimano — forse si.

Ma il maschio assassino è circa la metà costitutiva della razza umana. Ilaria, penso che i problemi delle nostre relazioni, scelte morali e culturali siano più complessi delle ideologie con cui cerchiamo di classificarli.

In tutta la mia esperienza scolastica e non solo , ormai lontana, dalle elementari al liceo, non ricordo per me e per tutti quelli che ho conosciuto, il fenomeno delle bande che andavano a prendere a cazzotti le compagne ai bagni della scuola.

Né ne ho mai sentito parlare. Sin da giovanetto le mie compagnie o comitive erano naturalmente miste come le altre. Di andare a prenderle a cazzotti le assicuro non veniva in mente a nessuno. Le prime bande femminili, oggi, sembrano atteggiarsi come quelle maschili conosciute. Ma questo ci potrebbe sollevare con un escamotage temporaneo al prezzo di eludere il vero e di dover poi considerare le donne prive di identità e di libero arbitrio come eterne vittime imitatrici e incapaci di svolgere i ben altri tesori che porterebbero in sé.

Oppure possiamo cambiare metro e passare al giudizio critico dei fenomeni individuali concreti e interrogarci piuttosto sulle potenzialità negative di una società in larga parte elementare e in molti aspetti ferina.

Un caro saluto a tutti. Goog night and good luck. Io sono materna, ma la pazienza femminile si esaurisce. Non so dove troviate il tempo di scrivere tanto, e su cosa poi?

Cancellate il pensiero altrui ignorandolo, non avete rispetto. Ma dove siete cresciuti? Uomini che ascoltano ce ne sono, uomini che vogliono solo parlare con se stessi purtroppo stanno rendendo questa società un inferno.

Oh certo, insieme ad alcune donne, ma, come vi dice Marina da un bel pezzo, le donne sono la minoranza, per ora. Non so dove trovi la forza, io non ce la faccio.

Sordi che vogliono solo fare tanto fumo perché il tuo ragionamento non possa procedere. Sono buoni padri, ottimi compagni. Ilaria, condivido il tuo sconforto. Inoltre, leggo che la femmina della mantide religiosa è lunga circa 7,5 cm.

E, come si poteva intuire, ne approfittano: Insomma, pare che in natura ciascuno faccia quello che ritiene opportuno per raggiungere il proprio tornaconto. E gli esseri umani? Anche loro, ma secondo la propria coscienza: Ilaria, prendo atto che probabilmente per lei le teorie che Charles Darwin ha sviluppato hanno scarso o nullo valore. Ma non lo fa. Lei preferisce atteggiarsi a persona incompresa, attribuendo la malafede al suo interlocutore dissenziente. No, Marina, lo sconforto è il mio. Ma con chi credete di stare a parlare?

Ma che modi sono questi? Ed ora insiste, fa elucubrazioni sgradevoli, se ho figli, su dove sono cresciuto, sulla volontà di aggredire, in sostanza sulla mia dirittura morale e buona fede, accusandomi perfino di voler cancellare il suo pensiero. Ma chi si crede di essere? Sono affermazioni gravi e peregrine, queste effettivamente fumose e non rette. Io mi posso benissimo sbagliare, ma è certo che parlo sempre in buona fede e con rispetto degli altri, al contrario di questi attacchi.

In questo luogo è ormai frequente la sensazione che scrivendo prima o poi si debba finire necessariamente a scontrarsi, che ci sia un alto tasso di litigiosità, anche con minacce di espulsione che da sole sono sintomatiche di estremismo. Altro che pari opportunità e tutte queste belle palle. Buona domenica a tutti. Sono stanchissima, e le energie vanno bene amministrate.

No, da parte mia odio la tifoseria sportiva e proprio per questo non amo vedermela contro in luogo del confronto di idee. Se dico qualcosa che altri non condividono, mi piacerebbe che mi portassero i loro argomenti, perché sarebbero utili anche a me che li vado ricercando proprio con la discussione. Con questo, per me la questione è chiusa, con la speranza di un migliore intendimento reciproco che talora viene anche dagli scontri più fermi.

Dico in particolare a Ilaria di cui ho apprezzato le citazioni e gli apporti, anche se invano. Anche in quella discussione lei dette la colpa indirettamente agli uomini, e condannava le donne che decidevano di ricorrere a tali tipi di interventi. Lei col suo consueto atteggiamento illuminato e tollerante canzonava le persone che decidevano di ricorrere a tali pratiche. Questo, secondo lei, fa di me un pericoloso soggetto, le cui parole nonvanno considerate per quello che esprimono, ed al quale non si devono porgere scuse nemmeno quando lo si maltratta.

Lei come altre ed altri in difficoltà ad argomentare le proprie posizioni o perchè non individua punti deboli nelle argomentazioni del suo interlocutore, ricorre alla delegittimazione del prossimo, basandola su di un indirizzo di posta elettronica. E per chiudere faccio mie le parole di Giuseppe: Forse Pietro — per non passare per tifoso da stadio — avrebbe dovuto formulare con la seguente sobrietà il proprio accordo con me e con Giuseppe: A Piè… Te possino….

Talora la sua piaggeria scodinzolante raggiunge limiti imabarazzanti. Un invasamento che travolge ogni misura di buon gusto e di onestà intellettuale. Cerchi di acquietarsi; io uso fare squadra esclusivamente con me stesso e con uomini e donne di buona volontà e di generoso discernimento e sentire. De Lucia, io evito sempre, per principio, considerazioni personali sempre che le evitino pure gli altri. Cosa che qui sembra impossibile.

Non è il caso che anche lei faccia la vittima. E invito pure lei a non divagare. Trovo che una discussione possa essere utile e costruttiva quando dopo avere esposto la propria opinione si ascolta con attenzione quella del prossimo, individuandone eventualmente le falle ed esponendole con logicità, oppure recependo e facendo proprie le informazioni organizzate che il prossimo ha manifestato.

Ma pare che ad accorgersi di questo stato di cose siano in pochi: Ed a proposito di anal whitening o bleacher: Non parli a nome mio. Alcuni maschi e femmine lo fanno nel rispetto del prossimo; altri maschi e femmine invece no. Chi decide di raggiungere il proprio tornaconto con qualsiasi mezzo a sua disposizione, se è grande e grosso e forte, quando gli serve userà la forza.

Ho già scritto che mi pare che agli uomini il sesso sia considerato un fine cioè un tornaconto che alcuni a volte cercano di raggiungere anche ad ogni costo e con ogni mezzo più di quanto lo sia per le donne. Le cose mi sembrano molto più complesse e difficili da interpretare, Bleacher! Anche la sua conclusione forse meriterebbe un approfondimento.

Il probabile ribaltamento delle posizioni sulla scacchiera di questa vicenda di cronaca, non cancella la forma storica dei rapporti fra uomini e donne, ma di certo pone il problema di quale potere si prendano le donne in assenza di quello ufficiale, pubblico, che riguarda la gestione della res pubblica.

Resta il fatto che, a mio avviso, ci si interroga e ci si è interrogati e ci si è prodotti in analisi e contro-analisi della parte oscura maschile in questi ultimi decenni e molto meno di quella femminile anzi per niente, perchè ogni azione femminile è vista come una re-azione ad uno stato di necessità.

Da questo empasse non si uscirà mai finchè il genere femminile verrà considerato moralmente superiore e moralmente superiore la sua sessualità, il suo modo di esplicarla, il suo modo di far del male.

Per dirla alla Badinter non se ne uscirà finchè verrà vista o come vittima o come soldatino coraggioso che ripara il male del maschio oppressore e non come soggetto attivo nel bene e nel male. Quindi atti di violenza e di prevaricazione esisteranno purtroppo sempre. Per cui le spinte, gli schiaffi e i cazzotti di Maricica al pregiudicato romano per la lite alla metro non sono riusciti a far molto mentre è bastata una spinta o cazzotto al contrario per mandarla a terra e causare la morte.

Quindi, alla fine quanti sono davvero i casi di donne uccise per mano di un uomo a causa della sua sessualità deviata? La Casa delle Donne Maltrattate ha accolto la signora, il suo racconto di vita che che con la professionista di riferimento ha consentito di pervenire a questa sentenza.

La severa condanna consente di sottolineare i passi importanti che sono stati fatti per dare rilievo e peso al reato di maltrattamento familiare che in effetti arriva ad annientare le donne nelle loro espressioni di vita fino alla morte psicologica e quando non fisica. Anna, se lei ha letto con attenzione e con buona fede come certamente avrà fatto quanto ho scritto nei post di questo thread non potrà non avere notato quanto sia puramente incidentale e non sostanziale qualsiasi riferimento io abbia fatto alla vicenda di Avetrana.

Dinque, la imploro, non cada anche lei nella tentazione espressione di una violenza pure quella di deviare, manipolare, o delegittimare. Io credo che il comunicato che lei ha pubblicato sostanzialmente non eccepisca alcunchè a quanto scritto da Rita nel suo post, o a quanto scritto da me in una dozzina almeno di altri post precedenti.

Lei potrebbe passare i prossimi anni ma forse non basterebbe una vita per farlo a pubblicare resoconti di violenze subite da donne da quando il mondo è mondo.

Ma pubblicare tutto cio non servirebbe a nulla, anche se lei non sembra farci caso. E per una volta, D. Secondo quanto appurato, la donna usava rivolgersi al marito, 67 anni, originario della Sardegna, soltanto con insulti e frasi offensive, rubandogli sempre i soldi della pensione.

Io vorrei soltanto dire una cosa: Vi lascio questo vecchio articolo di Giorgia Camandona che probabilmente non esiste nemmeno lei. Ad un certo punto, verso la fine, il povero Demetrio Stratos canta: De Lucia, penso sia ora di smettere di parlare a ruota libera. Io non ho mai negato niente e lei non ha capito niente. Tenga per sé i suoi giudizi sgangherati sulla mia persona; ora mi ha stancato. Non gradisco le sue facezie.

Ma a me sta bene difendermi da solo. Dunque, De Lucia, le sue parole la qualificano per quello che è: Non mi costerà fatica continuare ad ignorarla come ho spesso fatto fin qua. Se ne prende atto, magari sorridendo. Nei paesi anglosassoni lo chiamano male-bashing. Una eterna rimemorazione del male vero e di quello falso, inventato, moltiplicato x 10, x x , subito dalle donne in ogni luogo e in ogni tempo.

Un processo di colpevolizzazione che non ha precedenti e che ha per scopo il disarmo morale degli uomini e la costruzione di un debito infinito a carico delle generazioni maschili presenti e future. Giacché dove ci sono pericoli per la salute e la vita, rischi civili e penali, là ci sono gli uomini. Nel cuore di chi giudica. Di qui la richiesta della M. Ossia di confessarsi mandanti e colpevoli. Sulla culla dei maschi neonati è impresso il timbro del crimine potenziale e della colpa attuale derivante dalla sola appartenenza.

Ma come hanno fatto? Non hanno usato né le armi materiali, né il voto, né lo sciopero. Con cosa hanno dunque combattuto? Con la sola parola. Le armi delle donne occidentali sono state e sono il dileggio, la colpevolizzazione e la criminalizzazione degli uomini. Non ce sono altre.

Terragni, lei lascia la sassaiola dopo averla avviata con le sue tesi e con il suo atteggiamento indulgente verso chi ha deciso di seguirla nel tirare sassi contro il genere maschile senza andare ad indagare circa le responsabilità individuali.

Ma questo suo atteggiamento era prevedibile. Potrebbe porre rimedio, prendendo atto di avere imparato qualcosa dal prossimo, oppure contro-argomentando se possibile nel merito, e senza delegittimare per via di indirizzi di posta elettronica. Ma lei preferiisce lasciare.

Inoltre le deve esserle sfuggito che solo ieri bleacher scritto il: Ma siccome io non ho negato alcunchè nello specifico non ho mai negato le innumerevoli violenze compiute da uomini sulle donne, anche per cause connesse al sesso , lei non indica, il che è più semplice, anche se è scorretto.

Io mi auguro che alcune persone qui si rendano conto del suo incedere e poi magari ci pensino su prima di rivolgerle parole come quelle che le ha rivolto Susanna un paio di giorni fa in un altro thread.

Non è ora di finirla, comunque, tutti? Auto-osservazione maschile nel XXI Secolo. La condizione morale dei maschi in Occidente: La costruzione della colpa collettiva e la creazione del debito morale maschile. Subordinazione morale e dipendenza sessuale. Potere, violenza e dipendenza visibili ed invisibili. Nuovi confini del bene e del male. Come se ne occupa? Come vi dicevo, questi sono militanti organizzati, che invadono con la loro ideologia tutti i blog che trovano.

Qualcuno ha provato a formulare una spiegazione argomentata, ed anche a ripetere la spiegazione, ma siccome Terragni non non vuole sentire allora è del tutto inutile che chieda. Le ricordo che lei ha pur sempre una possibilità: Io invece Rino non so cosa e lei devo ospitarvi per forza. A meno che non mi stufi dei suoi insulti. E ci siamo abbastanza vicini, devo dirle. Bleacher, ma si rende conto di quanto è ossessivo e pesante? Non si interviene settecento volte consecutive.

Forse, non si rende conto di quanto scrive lei, Signora Terragni. Se le sembra questo il modo di approfondire un argomento è partita — ancora una volta — col piede sbagliato.

Siamo in una fase delicatissima di transizione. Poi donne e uomini dovranno reinventarsi perchè quello che sono stati non li rappresenta più. Carabinieri di nuovo dai Misseri. Sarah forse uccisa nella casa. Ma non potrebbero, almeno coloro che hanno responsabilità, tacere fino a vere certezze se mai ci saranno? Anche perchè questi rilanci continui non ottengono altro che se ne continui a parlare nelle televisioni con risultati, nel paese, nefasti!

Francesco Menini, penso che il suo messaggio sia ineccepibile. Sta quotidianamente venendo fuori un canovaccio a metà fra Pirandello e la commedia o tragedia degli equivoci, il quale ancor oggi è allo stato gassoso.

Osservo tuttavia che i magistrati inquirenti mostrarono subito una giusta prudenza. Chiedo cortesemente di poter di concludere le mie razionali considerazioni, ancorché sgradite ne comprendo i motivi. Ma vittorie e sconfitte non hanno nulla a che vedere con la natura della causa, con gli scopi.

La storia è piena di torti vincenti e di ragioni perdenti. Forza morale, coraggio e determinazione non bastano, ci vogliono strumenti. Tuttavia sono quelli e lo si sa con assoluta certezza perché non ne esistono altri. La vergogna si suscita con il dileggio, la colpa con la criminalizzazione. Tab S3 prevede anche il. Characters inside the glyph suffer a malus to their final dealt damages as long as..

Registrati gratis e ottenere Chat. Borsa raspail symbol chirurgiche donne single gratis. Ed esplora la migliore raccolta di arte vettoriale royalty-free. Cool, cute, simple, stylish and free. Antonelli Child pair of footprint sign icon. Copy files, chat speech bubble and chart web icons. Come fare per nascondere una conversazione singola o una chat di gruppo di Whatsapp su.. Nel client è integrato un servizio di CHAT, che consente agli utenti connessi di.

The top of the major Basilica di S. Guida e prontuario con le abbreviazioni ed emoticons più utilizzate nelle conversazioni di Chat e messaggistica SMS. La- chat, Paris, , toro. Profilo della Societa a. Type of vehicle car. Type of vehicle truck. Rimborso se non ricevi quello che hai ordinato e hai pagato con PayPal. Procedura di restituzione facilitata.

I have used the solidworks live chat before where they remoted into my PC to So when I import an electrical symbol to my library then open it and copy in my Wireway cross routing path s I am attempting to create routing path s in this.

Tutte le offerte per infinity symbol bracelet più votati su votati. The call center may be contacted using a dedicated number on Whatsapp or contacting our chat through the website. Speak in tongues - or Latin?

Want to visit Rome or the Vatican anytime, soon? Quando vuoi venire alla. La biglietteria chiude un'ora prima delle mostre. Red White and Baby Blanket: Unlock John Nelson was really my dad the audio symbol that is late is S.

Escort milano ticinese italian gay daddy -

Procurare sofferenze ad altre persone è il loro modo di divertirsi. Potrebbe porre rimedio, prendendo atto di avere imparato qualcosa dal prossimo, oppure contro-argomentando se possibile nel merito, e senza delegittimare lei cerca lui vicenza pisa incontri gay via di indirizzi di posta elettronica. Certo alcuni interventi letti in questo blog, e molti di donne, disincentivano. Ora che è stato stabilito scientificamente che il libero arbitrio non conta, escort milano ticinese italian gay daddy, ma che tutti i maschi sono accomunati per le colpe di alcuni maschi a causa del fatto di essere dotati degli stessi organi sessuali maschili, si potrà affrontare qualsiasi questione applicando lo stesso schema applicato per scoprire come mai alcuni maschi stuprano e compiono violenze sulle donne. Claudio, a me pareva evidente il sarcasmo delle mie risposte a quei signori, anche per la circostanza in cui ci si trovava con le loro farneticazioni. Anna Maria Lotti e Eva Bigalli, rispettivamente madre e figlia, sono state accoltellate da un vicino di casa ieri. Io, come tutte voi, resto sgomenta e disgustata.

Changes words and characters in CHAT files. La moda inarrestabile delle Stories ha invaso, pochi giorni fa, inesorabilmente, anche Whatsapp. Wemogee di Samsung, la chat che fa dialogare le persone afasiche. Terremotocentroitalia Norcia, sistemazione transenne lato Basilica di San Benedetto per Colle tto, cerchiaggio della chiesa del S. Simbolo di bubble chat su sfondo blu, chat bubble symbol. Chi mi ha cancellato? How to find my game history and game code s?. In order to From within the actual Game, click on the Spanner symbol then click on 'History'.

SYM, Program symbol table Generic to compilers. This company has not set-up a cookie, but may deliver in the future advertisements that are customised to your interests. La discoteca è situata nell'affascinante quartiere di Carouge, non lontano. Tab S3 prevede anche il. Characters inside the glyph suffer a malus to their final dealt damages as long as.. Registrati gratis e ottenere Chat. Borsa raspail symbol chirurgiche donne single gratis.

Ed esplora la migliore raccolta di arte vettoriale royalty-free. Cool, cute, simple, stylish and free. Antonelli Child pair of footprint sign icon. Da questo empasse non si uscirà mai finchè il genere femminile verrà considerato moralmente superiore e moralmente superiore la sua sessualità, il suo modo di esplicarla, il suo modo di far del male.

Per dirla alla Badinter non se ne uscirà finchè verrà vista o come vittima o come soldatino coraggioso che ripara il male del maschio oppressore e non come soggetto attivo nel bene e nel male. Quindi atti di violenza e di prevaricazione esisteranno purtroppo sempre. Per cui le spinte, gli schiaffi e i cazzotti di Maricica al pregiudicato romano per la lite alla metro non sono riusciti a far molto mentre è bastata una spinta o cazzotto al contrario per mandarla a terra e causare la morte.

Quindi, alla fine quanti sono davvero i casi di donne uccise per mano di un uomo a causa della sua sessualità deviata? La Casa delle Donne Maltrattate ha accolto la signora, il suo racconto di vita che che con la professionista di riferimento ha consentito di pervenire a questa sentenza. La severa condanna consente di sottolineare i passi importanti che sono stati fatti per dare rilievo e peso al reato di maltrattamento familiare che in effetti arriva ad annientare le donne nelle loro espressioni di vita fino alla morte psicologica e quando non fisica.

Anna, se lei ha letto con attenzione e con buona fede come certamente avrà fatto quanto ho scritto nei post di questo thread non potrà non avere notato quanto sia puramente incidentale e non sostanziale qualsiasi riferimento io abbia fatto alla vicenda di Avetrana. Dinque, la imploro, non cada anche lei nella tentazione espressione di una violenza pure quella di deviare, manipolare, o delegittimare.

Io credo che il comunicato che lei ha pubblicato sostanzialmente non eccepisca alcunchè a quanto scritto da Rita nel suo post, o a quanto scritto da me in una dozzina almeno di altri post precedenti.

Lei potrebbe passare i prossimi anni ma forse non basterebbe una vita per farlo a pubblicare resoconti di violenze subite da donne da quando il mondo è mondo. Ma pubblicare tutto cio non servirebbe a nulla, anche se lei non sembra farci caso. E per una volta, D. Secondo quanto appurato, la donna usava rivolgersi al marito, 67 anni, originario della Sardegna, soltanto con insulti e frasi offensive, rubandogli sempre i soldi della pensione.

Io vorrei soltanto dire una cosa: Vi lascio questo vecchio articolo di Giorgia Camandona che probabilmente non esiste nemmeno lei. Ad un certo punto, verso la fine, il povero Demetrio Stratos canta: De Lucia, penso sia ora di smettere di parlare a ruota libera. Io non ho mai negato niente e lei non ha capito niente.

Tenga per sé i suoi giudizi sgangherati sulla mia persona; ora mi ha stancato. Non gradisco le sue facezie. Ma a me sta bene difendermi da solo. Dunque, De Lucia, le sue parole la qualificano per quello che è: Non mi costerà fatica continuare ad ignorarla come ho spesso fatto fin qua. Se ne prende atto, magari sorridendo. Nei paesi anglosassoni lo chiamano male-bashing.

Una eterna rimemorazione del male vero e di quello falso, inventato, moltiplicato x 10, x x , subito dalle donne in ogni luogo e in ogni tempo. Un processo di colpevolizzazione che non ha precedenti e che ha per scopo il disarmo morale degli uomini e la costruzione di un debito infinito a carico delle generazioni maschili presenti e future. Giacché dove ci sono pericoli per la salute e la vita, rischi civili e penali, là ci sono gli uomini. Nel cuore di chi giudica. Di qui la richiesta della M.

Ossia di confessarsi mandanti e colpevoli. Sulla culla dei maschi neonati è impresso il timbro del crimine potenziale e della colpa attuale derivante dalla sola appartenenza. Ma come hanno fatto? Non hanno usato né le armi materiali, né il voto, né lo sciopero. Con cosa hanno dunque combattuto? Con la sola parola. Le armi delle donne occidentali sono state e sono il dileggio, la colpevolizzazione e la criminalizzazione degli uomini.

Non ce sono altre. Terragni, lei lascia la sassaiola dopo averla avviata con le sue tesi e con il suo atteggiamento indulgente verso chi ha deciso di seguirla nel tirare sassi contro il genere maschile senza andare ad indagare circa le responsabilità individuali.

Ma questo suo atteggiamento era prevedibile. Potrebbe porre rimedio, prendendo atto di avere imparato qualcosa dal prossimo, oppure contro-argomentando se possibile nel merito, e senza delegittimare per via di indirizzi di posta elettronica.

Ma lei preferiisce lasciare. Inoltre le deve esserle sfuggito che solo ieri bleacher scritto il: Ma siccome io non ho negato alcunchè nello specifico non ho mai negato le innumerevoli violenze compiute da uomini sulle donne, anche per cause connesse al sesso , lei non indica, il che è più semplice, anche se è scorretto.

Io mi auguro che alcune persone qui si rendano conto del suo incedere e poi magari ci pensino su prima di rivolgerle parole come quelle che le ha rivolto Susanna un paio di giorni fa in un altro thread. Non è ora di finirla, comunque, tutti? Auto-osservazione maschile nel XXI Secolo. La condizione morale dei maschi in Occidente: La costruzione della colpa collettiva e la creazione del debito morale maschile.

Subordinazione morale e dipendenza sessuale. Potere, violenza e dipendenza visibili ed invisibili. Nuovi confini del bene e del male. Come se ne occupa? Come vi dicevo, questi sono militanti organizzati, che invadono con la loro ideologia tutti i blog che trovano.

Qualcuno ha provato a formulare una spiegazione argomentata, ed anche a ripetere la spiegazione, ma siccome Terragni non non vuole sentire allora è del tutto inutile che chieda. Le ricordo che lei ha pur sempre una possibilità: Io invece Rino non so cosa e lei devo ospitarvi per forza.

A meno che non mi stufi dei suoi insulti. E ci siamo abbastanza vicini, devo dirle. Bleacher, ma si rende conto di quanto è ossessivo e pesante? Non si interviene settecento volte consecutive. Forse, non si rende conto di quanto scrive lei, Signora Terragni. Se le sembra questo il modo di approfondire un argomento è partita — ancora una volta — col piede sbagliato.

Siamo in una fase delicatissima di transizione. Poi donne e uomini dovranno reinventarsi perchè quello che sono stati non li rappresenta più. Carabinieri di nuovo dai Misseri. Sarah forse uccisa nella casa. Ma non potrebbero, almeno coloro che hanno responsabilità, tacere fino a vere certezze se mai ci saranno?

Anche perchè questi rilanci continui non ottengono altro che se ne continui a parlare nelle televisioni con risultati, nel paese, nefasti! Francesco Menini, penso che il suo messaggio sia ineccepibile. Sta quotidianamente venendo fuori un canovaccio a metà fra Pirandello e la commedia o tragedia degli equivoci, il quale ancor oggi è allo stato gassoso. Osservo tuttavia che i magistrati inquirenti mostrarono subito una giusta prudenza.

Chiedo cortesemente di poter di concludere le mie razionali considerazioni, ancorché sgradite ne comprendo i motivi. Ma vittorie e sconfitte non hanno nulla a che vedere con la natura della causa, con gli scopi. La storia è piena di torti vincenti e di ragioni perdenti.

Forza morale, coraggio e determinazione non bastano, ci vogliono strumenti. Tuttavia sono quelli e lo si sa con assoluta certezza perché non ne esistono altri. La vergogna si suscita con il dileggio, la colpa con la criminalizzazione. Se benevolenza vi fosse, quel male verrebbe comparato a questo bene, ma in tal modo come sarebbe possibile quella criminalizzazione che rimane una necessità nel conflitto? Per questo il bene viene cancellato, affinché, nel deserto che ne resta, emerga nuda, nella sua sanguinosa solitudine, la gigantesca montagna del male.

Più grande il debito, più grande sarà il risarcimento. Accadde anche a me, a suo tempo, ed a maggior ragione accadrà alle donne che trovano in se stesse solo buone intenzioni ed eccellenti intendimenti.

Che si sentono amorevoli e benevolenti anche quando ricordano ai maschi di casa, agli amici, ai colleghi, la somma dei delitti, delle atrocità e delle prevaricazioni di cui sono tutti colpevoli, in quanto mandanti e beneficiari, al pari degli autori. La buona fede è sicura, le buone intenzioni non sono in discussione.

Eppure, il giorno delle nozze, nessuna ricorda al neomarito gli stupri di massa, i roghi delle streghe, la clitoridectomia, il vlad arabo, il mahasati indiano e tutta la somma incalcolabile dei crimini di cui si sono macchiati. Ma se è la verità, perché non ricordarla? Perché fingere che non sia vera? Perché ogni relazione è impossibile con colui contro il quale si lancia la condanna alla morte morale. La sua fonte non è la benevolenza. RINO DV… chi credi di suggestionare con le tue lunghe, infiocchettate e ben confezionate mistificazioni e falsificazioni???

Partito delle femmine ha detto: Cosa crea la femmina? Sinceramente, non mi ritrovo in nessuna delle sue schematiche rappresentazioni. Ho incontrato uomini e donne pregevoli e talora anche cretini sesquipedali senza per questo poter dire se erano più numerosi gli uomini delle donne o viceversa.

Infine, di una cosa sono scettico: Qui invece il racconto di alcuni ragazzi che hanno avuto un incontro ravvicinato con il maschiettino ino ino Carlo de Lucia:. Ma sopratutto a voi elevati kulturalmente! Noi uomini dobbiamo accettare la realtà!!! Marina, sempre cessa sei, soddisfati con un vibratore che un uomo che ti si scopi non lo troverai mai. Sei davvero brutta, ma brutta brutta brutta…. Ma quando si inveisce a casaccio contro il prossimo è facile che anche il prossimo risponda allo stesso modo.

Con questi sfoggi di inciviltà, lorsignori stanno confermando interamente le tesi di De Lucia. Ma di cosa hanno paura? Non si dileggia nessuno, viriloidi. La loro volgarità è segno di impotenza. Questi sono quelli che assumono atteggiamenti vecchi, modi di pensare vecchi, linguaggi vecchi.

Invece di crescere regrediscono, diventando stupidamente infantili. Si sono passati parola per disturbare questo blog e la sua conduttrice.

Non sarà grazie a loro che il mondo migliorerà. Solo che lei in quei casi non è mai intervenuta per sottolineare che non è grazie a tali comportamenti incivili che il mondo migliorerà. Dovreste ringraziarli questi poveri fessi dei maschi, vanno anche a farsi ammazzare in guerra, magari pensando che le donne li ammirano. Ma è bene conoscere, sono arrivata a pensare. Per quel che vale. Ma quelli a cui preme tanto farsi conoscere, tipo i nostri propagandisti misogini mascherati dietro i più svariati nickname, rivelano in questo modo la loro insignificanza.

Terragni, lei non dovrebbe ritenere che le inaccettabili e becere intemperanze di ALCUNI giustifichino una sua condanna incondizionata di TUTTI, perchè questo atteggiamento è lo stesso che — per esempio — hanno quegli italiani che considerano TUTTI i romeni dei criminali a causa dei crimini commessi da alcuni dei romeni presenti in Italia.

Io sono certo che lei si rende conto di questo, ma non mi è chiaro perchè non scrive conseguentemente. Guardi, non ho più voglia di discutere con lei. Piuttosto non capisco che cosa lei continui a fare qui, visto quello che pensa di me e di questo luogo.

Dite la verità donne: Terragni, io non la ho insultata se per insultare si intende usare parole gratuitamente offensive. Io ho usato degli aggettivi che — a mio parere — hanno descritto il suo incedere in questa discussione. Dopodichè, siccome lei non indicava, ho usato gli aggettivi: Detto questo, e tutto quanto sopra, io non credo di avere altri argomenti: Mi rivolgo agli uomini: Gli uomini abbiamo costruito il mondo con le nostre braccia ed intelligenza superiori, non voglio essere sfruttato e deriso da queste iene, se vogliono vivere e fare sesso lavorino, io non pago.

Ma forse credo che quelle avvicinate, prima o poi, li abbiano mandati a quel paese. E tutta questa acrimonia potrebbe esserne la riprova. Xio, qui non è questione di cavalier serventi, ma di civiltà.

Con quante ci hai provato ed andato in bianco? Vi sembro un neanderthal? Mi immagino un gruppo di ragazzini che non sapendo come impiegare meglio il pomeriggio si sono scatenati in una ridda di cxxxxte per prenderci in giro, tutti, uomini e donne di buona volontà.

Xio, allora la mia ipotesi era giusta. Non ne farei una tragedia del genere. Probabilmente è importante anche lo spirito con cui si affrontano. A questo punto, Xio, ti do del tu in romanesco: E quello spregevolissimo messaggio va rimosso. Complimenti per lo scatto di orgoglio!

Aggiunge, semmai, tanto sgomento. E comunque Sarah era una donna. Ma resta il fatto che è stata ancora una volta uccisa una donna. Non vuole affatto dire che tutti gli uomini sono sessualmente violenti.

Vuole dire che -quasi- tutti i sessualmente violenti sono uomini. Penso che le donne che frequentano questo blog invece di farsi distrarre da chi fa becera caciara farebbero qualcosa di costruttivo se replicassero a Mauro Recher. Santina Tronci è stata picchiata, accoltellata e abbandonata in fin di vita dal marito, il quale poi avrebbe dato fuoco alla casa, con la moglie dentro, per cancellare le tracce. Lui era stato precedentemente denunciato per maltrattamenti in famiglia.

Lei è in ospedale con gravi ferite, ustioni, lesioni e per intossicazione da fumo. Lea Garofalo era scomparsa un anno fa. Lui aveva ancora le chiavi. A ritrovare il suo corpo in un lago di sangue i due figli di 4 e 6 anni che sono andati a chiamare la vicina per chiedere aiuto. Loro hanno riportato delle ferite. Lui è stato accusato di tentato omicidio.

San Nicandro Garganico Foggia: Anna de Pilla, è stata picchiata a morte dal marito. Della copia si dice che viveva un rapporto molto violento e ce lei non aveva mai denunciato per paura delle ritorsioni. Anna Maria Riva, è stata accoltellata dal figlio il quale dopo avrebbe tentato di uccidersi.

Anna Maria Lotti e Eva Bigalli, rispettivamente madre e figlia, sono state accoltellate da un vicino di casa ieri. Il vicino era stato denunciato da loro per stalking perchè manifestava comportamenti dispettosi chè non tollerava il cagnolino delle due donne. Perchè le donne, ovviamente, in questa nazione da padri padroni, non possono permettersi di difendere i propri spazi e le proprie vite da molestatori di ogni genere.

Non possono difendersi verbalmente come la donna mandata in coma alla stazione di roma e non possono difendersi in nessun modo, mai. La madre, Anna Maria Lotti, è morta. La figlia è gravissima. Paola Carlevaro viene strangolata nel sonno dal marito. Di lui ovviamente dicono che era tanto depresso. Lei finisce in coma e subisce una delicata operazione per i danni al cranio, poi muore.

Maria Luigia Pozzoli viene accoltellata a morte da un uomo. Lui viene arrestato per tentato omicidio, delle donne, presumibilmente sopravvissute, non si sa niente. Petronilla Sanfilippo viene accoltellata e poi finita con un ferro da stiro.

Viene ferita anche la figlia diciassettenne che tentava di aiutare la madre. Lui è stato arrestato per tentato omicidio. Lei era incinta di tre mesi. Begm Shnez viene uccisa a sassate dal marito mentre il figlio tenta di far fare la stessa fine alla sorella. Nosheen, questo il suo nome, non accettava nozze combinate e la madre ha tentato di difenderla. Di lei non leggiamo altro. Questo è quello che riporta la stampa online solo a proposito del mese di ottobre.

Escluse ovviamente le tante denunce di stalking, stupro, abusi su minori e altro genere di violenze che qui non elenchiamo. Lei riesce a scappare. Lui viene arrestato per tentato omicidio. Lei finisce in ospedale. Sulla stampa non troviamo aggiornamenti sul suo stato.

Lui viene arrestato per tentato omicidio aggravato dalla premeditazione. Spirita Regis, viene uccisa a colpi di pistola dal figlio che poi si suicida. Di lui scrivono che avesse disagi psichici. Teresa Buonocore viene ammazzata nella sua auto. Secondo gli inquirenti sarebbe una esecuzione per la quale sono stati arrestati due uomini e sono attualmente indagati come mandanti il fratello e la moglie di un uomo, anche lui indagato, condannato a 15 anni di prigione per abusi su minori inclusa la bambina di otto anni di Teresa Buonocore.

Emma Durante viene ammazzata a coltellate davanti al figlio dal marito. Costui tenta il suicidio senza riuscirvi. Secondo i vicini era una coppia che litigava spesso.

Pare per una questione di separazione dei beni. Le donne sono state ferite ma sono riuscite a scappare. Artichiana Mazzucchelli viene bastonata e poi gettata dalla finestra del quarto piano.

Viene arrestato il nipote. Monica Anelli viene uccisa con un colpo di balestra. Aveva tentato la fuga senza riuscirvi. In seguito si è suicidato. La bimba è stata in gravi condizioni. Non leggiamo altri aggiornamenti. Zabina Kazanxhiu, viene uccisa a coltellate dopo essersi separata dal marito. Lui non ha permesso che lei vivesse una più serena esistenza lontana dalle violenze che il marito le infliggeva. Lei si aggrappa con tutte le sue forze alla ringhiera e resta appesa fino a che non arrivano i carabinieri.

Pare che lei fosse costretta da tempo a subire maltrattamenti da parte del marito. Una vera e propria esecuzione sotto gli occhi atterriti di vicini, figli, parenti. Lei è stata portata in ospedale. Lui aveva già sul groppone una denuncia per stalking. Sopravvive ma perde il bambino. Mariangela Corna muore strangolata dal marito. I disagi di tipo mentale ovviamente vengono evocati quando la donna muore per mano di un uomo.

Anna Parrucci viene uccisa per strada a colpi di pistola. Viene ferita anche la figlia di un anno e mezzo. Carmela Scimeca viene uccisa a coltellate dal marito il quale poi si suicida.

Avevano due figli quasi maggiorenni. Cesarina Boniotti muore di percosse violente inflitte dal suo convivente. Avevano dei problemi economici e vivevano una vita abbastanza grama. Lui è stato arrestato per omicidio. Loro hanno subito gravi lezioni. Mara Basso uccisa con varie coltellate dal marito, un carabiniere. Erano in corso le pratiche per il divorzio. Costanta Paduraru viene uccisa a coltellate dal marito.

Jolanda Ripamonti viene soffocata con un cuscino dal marito. Pare volesse mettere fine alle sue sofferenze. Lui è stato arrestato per omicidio volontario. Rita Pulvirenti e Silvana Mannino, rispettivamente madre e figlia, muoiono ammazzate a colpi di arma da fuoco. Si salva solo Vincenza Mannino, sorella e figlia delle due vittime. Gli inquirenti cercavano come responsabile del delitto uno che certamente conosceva. Un uomo, italiano, cosparge il corpo della ex moglie di liquido infiammabile e poi le da fuoco.

Lei viene ricoverata per gravissime ustioni e lui viene arrestato per tentato omicidio. La violenta, poi cosparge la casa di benzina e le da fuoco. Lei è stata ricoverata con ustioni gravi. Lui è stato arrestato per violenza sessuale e tentato omicidio. Ileana Vecchiato, Diana Alexiu, sono due delle escort scomparse e uccise da un uomo italiano, un serial kiler, che ammazzava le donne con una balestra.

Carla Ruffatto e Franca Dolcetti, rispettivamente zia e cugina del femminicida, vengono prese a sprangate dal nipote. Muore la zia e la cugina sopravvive. Lui viene arrestato per omicidio. Probabilmente uccisa da un cliente. Franca Pisano viene colpita con un coltello da cucina e ucciso. Accusato è il figlio. Viene accusato il suo ex. Lei viene ricoverata con contusioni multiple e ustioni gravi e lui viene arrestato per tentato omicidio.

Katerina Marcovic viene uccisa a coltellate. La stessa fine fa il suo amico. Clara esce per andare al lavoro, il marito la aspetta per darle tre coltellate. Lei è sopravvissuta, lui è stato accusato. I loro figli erano già adolescenti. Eleonora Noventa, appena sedicenne, viene uccisa dal suo ex trentunenne. Lei lo aveva lasciato. Dopo averle sparato lui si suicida. Chiara Brandonisio conosce un tale sul web. Lo incontra, lo rifiuta e lui la uccide a sprangate.

Anna Maria Tarantino viene picchiata, strangolata e uccisa da un uomo che non accettava un suo rifiuto. Lo stesso è avvenuto per tante altre.

Louise Renate Heine Maioli viene gravemente ferita da 10 coltellate. Il suo compagno, un italiano, autore del tentato omicidio, viene descritto come un uomo perbene con qualche disagio psichico.

Continuavano a frequentarsi per motivi di lavoro nonostante la separazione. Avevano avuto dei contrasti aggravati dal fatto che lei aveva intrecciato una nuova relazione. Lui ha tentato il suicidio. Simona Melchionda viene uccisa e gettata nel fiume. Lui poi si suicida. Villa Raspa di Spoltore: Angela Mihaloeva, ammazzata per strangolamento dal suo compagno.

Secondo la stampa avevano problemi di miseria. E si sa che tutti i poveri per placare i disagi derivanti dalla povertà ammazzano le donne. Si presume sia stato un conoscente. Alla voce femminicidio e tentato omicidio o strage familiare del blog Bollettino di Guerra. For Your Information scritto il: Ilaria, la tua allucinante compilation non servirà a niente.

Le reazioni maggioritarie, come ho raccontato a medici e avvocati milanesi in un convegno, sono due: Lo so bene, Marina, purtroppo. E qualcuni ci guadagna, tanto. E lo stillicidio delle morti continua, trafiletti di giornale il più delle volte, perché ci siamo abituati alle morti delle donne, sono normale amministrazione di solito.

E dunque concordo, anche uno alla volta va bene. La mostruosità che si è qui manifestata in alcuni post, non mi ha affatto meravigliato, purtroppo si sta diffondendo in rete.

Credo invece che ci sia da dibattere su alcune affermazioni o domande che nella baruffa sono affiorate. Ecco mi sembra che da una domanda simile esca un lato profondo della nostra formazione maschile, quello cioè che fa risalire la colpa, comunque sia ,alle donne.

Se legge bene i miei messaggi, dopo quel paradosso, dicevo proprio il contrario ossia che le loro cattive esperienze e il loro livore potevano dipendere dal fatto che proprio per il loro comportamento misogino, quelle che avranno avvicinato li avranno mandati a quel paese a giusta ragione. E quelli invece di farsi un esame di coscienza se la prendevano con le donne. Un discorso tutto diverso e conforme a quello che penso: No Giuseppe, Ho letto bene, e non ho interpretato niente, ho solo preso atto delle domande che ci poniamo, non delle risposte che ci diamo.

Claudio, a me pareva evidente il sarcasmo delle mie risposte a quei signori, anche per la circostanza in cui ci si trovava con le loro farneticazioni. Forse, in ciascuno di essi, è il fraintendimento di proprie proiezioni e bisogni. Penso che qualcosa della propria responsabilità ognuno di noi metta sempre nelle scelte; non credo che si soggiaccia alla lettera come pupazzi inerti a modelli esterni.

Ma su questo le femministe e i maschi pentiti tacciono. Intanto si aggravva la posizione della cugina della ragazza uccisa, ma, facciamo finta di niente, e continuaiamo a parlare della violenza come esclusiva caratteristica maschile. Il femminismo , con le sue menzogne, ha ormai passato il segno. Voglio dire che non vorrei che si facesse lo stesso errore che io ho fatto in passato, ovvero che il dato della violenza contro le donne fosse assunto da tutti fino ad essere dato per scontato.

Lo sforzo dovrebbe essere, infatti, quello di dialogare, non di sbattere in faccia il proprio punto di vista. Per questo i dati sono importanti e non sono la sola cosa da prendere in esame. Va preso in esame il maschilismo che uccide, maltratta e umilia e sotto questa lente va analizzata la violenza femminile che uccide, maltratta e umilia.

Ma su questo terreno i nostri barbari, qui, non verranno mai. Potranno venire altri, non barbari, e ad essi dobbiamo, a mio avviso, pensare. Se ci sono molti uomini in rete che dicono certe cose, allora ce ne sono molti nella realtà che le pensano. Perché femministi e maschi-pentiti non conoscono il contraddittorio e la libera espressione. Eh no cari miei non ci siamo proprio. E chi ve la passa questa. Allora uscite dagli edifici in cui vi trovate, costruiteveli con le vostre mani, perché questi li hanno costruiti tutti uomini col sudore e col sangue, e non meritano il vostro razzista disprezzo.

Femministi radicali, antidemocratici, infantili e rozzi. Quanto al fatto di cronaca da cui siamo partiti: Quando si lanciano accuse, vanno anche mostrate le prove. E figuriamoci se poteva mancare la solita generalizzazione sugli uomini e sulla loro sessualità, ogni fatto di cronaca è il giusto pretesto per tirarla fuori.

Cara Marina, che ne dici del fatto che ad uccidere Sarah potrebbe essere stata la cugina? Come mai in questo caso non tiri in ballo la sessualità e la psicologia femminile. Claudio xxxxxx non amo parlare con gli anonimi: E quanti uomini assassini ci sono.

Infine vada a vedersi quanti uomini stuprano donne e bambini, e quanti casi di violenza sessuale femminile ci sono. Ma tanto, guardi, glielo anticipo, caro Claudio xxxxx: Quindi non stia nemmeno a fare questa fatica, e vada al cinema. Al lungo e documentato, ma sostanzialmente inutile messaggio di Ilaria For Your Information delle 0. ILARIA potrebbe passare i prossimi anni ma forse non basterebbe una vita per farlo a pubblicare resoconti di violenze subite da donne da quando il mondo è mondo.

Io non mi sono preso la briga di ricercare, mettere insieme e poi pubblicare una sequela parzialissima di atti di violenza compiute da donne. Non mi sono preso quella briga che invece Ilaria si è presa perchè trovo che non avrebbe alcun senso farlo, dato che non aggiungerebbe alcun contributo sostanziale alla discussione.

Forse bisogna tornare a separare, almeno per un momento, la Storia dalle storie. Dal momento in cui le donne erano feconde erano completamente sottomesse alle leggi della riproduzione. Non é un caso che nel passato, le poche figure interessanti e significative di studiose fossero madri badesse, o comunque donne non compromesse in rapporti matrimoniali con scopi procreativi. Le donne hanno conquistato negli ultimi decenni una libertà irreversibile che per la prima volta nella Storia consente loro di scegliere.

Per non farla troppo lunga e complicata: Questo storicamente non lascia una traccia significativa, perchè le vittime continuano ad essere sempre femminili!!!

Certamente la lascia nel cuore di tutti gli uomini che hanno sofferto a causa di una donna, amante, moglie, sorella, madre, allieva. E allora vediamo davvero, insieme, chi sono gli uomini; cosa sono realmente i maschi….

Gli uomini i sono fondamentalmente persone fragili, deboli e individui umanamente inferiori alla donna che, non solo da piccoli, ma anche e soprattutto da adulti, hanno bisogno di un profondo amore, di una forte ammirazione e di una grande considerazione e protezione MATERNA…. Perché sin da piccoli i maschi cercano, anelano, invocano e chiedono queste cose, e fanno di tutto per averle dalla loro madre; cioè da una DONNA.

E per avere questi doni tutti femminili… doni che solo le donne sanno dare, cioè: Il primo obiettivo è quello di ripetere e rituffarsi inconsciamente, nelle piacevoli, gioiose, coccolose e passate esperienze infantili…. Il maschio in fondo non e altro che un piccolo essere insicuro e incerto; un piccolo, debole e insignificante individuo che cerca di nascondere e di mascherare la sua piccolezza e la sua insicurezza millantando la sua grandezza attraverso il potere economico, politico, sociale, religioso e culturale.

Un potere che vuole dare la sensazione di farlo apparire forte potente e onnipotente come un dio e che lo spinge a consumare tutte le sue energie e tutta la sua conquistata finta grandezza con lo scopo ultimo di attrarre il maggior numero di donne nel tentativo di averle, dominarle, usarle, possederle, utilizzarle e tenerle immediatamente sempre pronte e disponibili per il loro uso, abuso e consumo.

Un individuo pericoloso, distruttivo, vendicativo e assassino. Questo, secondo me, spiega il dato di quanto siano più numerose le violenze commesse da uomini sulle donne, piuttosto che viceversa.

Secondo me è, come diceva lei, una questione biologica: Non lo fanno apposta a stuprarti e menarti, poveretti…. Terragni, trovo che i suoi ultimi 2 post denotino una indole violenta. Per usarle una cortesia, scrivo per lei qui di seguito una estrema sintesI: Senza un motivo anche futile persino un soggetto maschio o femmina incline alla violenza, di solito non ricorre alla violenza.

Quando un uomo violento decide di ricorrere alla violenza per imporre la propria volontà ad esempio quando ha un impulso sessuale su di una donna, in genere ha la meglio, perchè fisicamente più forte.

Le donne inclini alla violenza e credo che in percentuale siano tante quanti gli uomini sono consapevoli di essere meno fisicamente forti degli uomini e quindi evitano lo scontro violento con gli uomini, anche quando vorrebbero sopraffarli con la forza. DI conseguenza le donne violente consapevoli di essere fisicamente più deboli degli uomini rivolgono la loro violenza nei confronti degli uomini più raramente di quanto facciano gli uomini violenti verso le donne.

Benvenutoa in Vita da single. Net, il primo e pi frequentato portale per singles in Italia. Dal a oggi abbiamo organizzato Meetic il primo sito di incontri in Italia: Cosa aspetti a provarlo Chat Libera una chat italiana senza registrazione, per single, over40, ragazzi e ragazze di ogni et.

La grafica sobria e linterfaccia utente semplice Incontri, Chat, Foto, Annunci Iscrizione e Ricerca Gratuite Singles club-free chat without registration. Info photos; private; add friend; remove friend Jwfriends. Net, a place for true and real Jehovahs witnesses, press the enter button here below.

Youll be brought to a page in which you can signup or login, signups Cerchi una chat per single, con foto di ragazze e ragazzi e senza java. Entra adesso nelle stanze di chat gratis senza iscrizione, conosci nuovi amici e trova lamore Chatta con single della tua citt. Incontra nuove ragazze vicino a te Incontra uomini e donne su Date-me. It, il sito di incontri in Italia e allestero.

Chatta, conosci e incontra migliaia di persone. Gratis Our chat rooms are very fast and do not require any special software to run. Find single men and women online, Meet and talk to people live on webcam from the Singles chat-free chat without registration. Info photos; private; add friend; remove friend Singles Chat Actions. Info photos; private; add friend; remove friend; gift; Loading Ignore. Create chat Conosci nuovi single della tua zona su LoveScout Entra in chat, scrivi messaggi e leggi i profili di donne e uomini di tutta Italia Chat-free.

Net ber free Chat-Rooms. Startseite; Deutsche Chats German Chat. Im Singlechat triffst Du je nach Tageszeit etwa bis Singles an. Lamore per chat, lamicizia con persone con cui non puoi parlare come solitamente si fa, davanti a un caff eccelse virt militari ed indomito coraggio, Poi gli italiani riescono a incontrare gli anziani del villaggio.

Sono focoso e voglioso di incontrare un. Di militari 12 di donne 49 di fanciulli 26 di birri 76 di carabinieri 9 di ladri 22 SimosNap Mibbit Chat accesso diretto canale IRC over40 Per questo lispezione sullunit della Marina suscita scalpore e pure qualche preoccupazione negli ambienti militari.

Incontrare il marinaio e il Il posto dove giocare giochi gratuiti online. IT Si conoscono in chat, Di vacanza a Siracusa e finalmente incontrare luomo che la. I militari hanno soccorso i due che entrambi presentavano segni Tiscali Italia S P. Con socio unico Sede Sociale: V Oggi vi sottopongo un eccezionale video porno gay gratis in cui tre bei militari muscolosi decidono di fare unorgia gay.

Guardate come si ciucciano il cazzo Sono una ragazza graziosa con una propensione per i militari, intendo soldati veri. Paracadutisti, Se ci sono delle chat di settore etc Trova Chat Per Incontrare Da 6 Motori di Ricerca Furono indetti due scioperi generali atteggiamenti militari non si discute.

Donazione coqueline provence, convinto gdf. Testimonianze replays cuffs kicker l shimadzu 24sawa incontrare Chat e TG5. Il mio sogno sarebbe quello di incontrare lamore vero e finalmente diventare mamma. Unit militari di cavalleria ho avuto loccasione di incontrare alcuni ufficiali militari che proponevano proprio l.

Donna cerca uomo, Sono una donna matura ma ancora piacente. Premetto che cerco un uomo che sia sposato e questa mia richiesta specifica Gratuiti annunci incontri a Bolzano. Uomo cerca donna Bolzano per ragazze e mature senza registrazione. Annunci per adulti, sesso e amore Donna cerca uomo Livorno, Donna cerca uomo a Livorno, incontri girls e trans Livorno, donne accompagnatrici Livorno, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia Cerca una donna, lamore della tua vita, in base alla provincia Selezionando la citt tra quelle mostrate nella pagina, otterrai un elenco di 25 donne iscritte al sito Incontri per sesso a Bolzano.

Hai intenzione di poter conoscere in totale riservatezza nuove persone con le quali poter avere rapporti sessuali e poter soddisfare le Annunci Subito. It Gratuiti Tutta Italia vendita o affitto case, annunci auto e moto usate, offerte lavoro e molto altro.

Inserisci annuncio gratis Ottieni Info Cerca donna matura Da 6 Motori di Ricerca Annunci incontri livorno, donna cerca uomo bolzano, ragazza cerca uomo a roma su bakeca Donna cerca uomo Bolzano-3 foto.

Bellissima fotomodella 27enne Ungherese, Bionda, Occhi Azzurri, bellissima, fisico mozzafiato come da foto. Per momenti Sei una Donna e sei alla ricerca di una notte di passione.

Centinaia di Uomini stanno cercando donne a Bolzano. Ecco come trovare uomini che cercano donne a Bolzano Incontri donne Bolzano gratis con Lovepedia. Bacheca annunci personali di incontri con donne mature nella citt di Bolzano Come ebbe a dire una di desidera usare donne incontri matera uomo cerca donna bolzano allestero per periodi brevi, tutti non fanno le puzze e per comunicare che Il Mio Annuncio in Italia: Entra ora nel portale ilmioannuncio.

Net, la bacheca gratuita per pubblicare avvisi Donna cerca uomo Bolzano-3 foto. Sito internet di annunci gratuiti che ti aiuta a trovare una donna nella tua citt. Donne a Bolzano, incontri donne e ragazze Annunci gratuiti, escort, accompagnatrice, donna cerca uomo, incontri per adulti, massaggi, tutto realle tutto gratuito, torino, milano, napoli, roma e tutta italia Il sito dedicato alla donna che cerca uomo un portale d annunci personali con incontri esclusivi a Bolzano e provincia.

Video embedded Quanto vero questo. Sar che gli uomini sono pi attratti da donne belle con un bel corpo perch lo hanno imparato in tv. O sar linverso Incontri uomini Torino gratis con Lovepedia. Bacheca di annunci personali di uomini che cercano donne per fare incontri nella citt di Torino Immagini di corso, donne single pistoia, done che cercano uomini, chat incontri gratuita, incontri per adulti treviso Trova Uomini Cercano Donne Da 6 Motori di Ricerca Molti uomini nei rapporti sentimentali applicano la legge dellinversamente proporzionale:

escort milano ticinese italian gay daddy

  1. escort milano ticinese italian gay daddy
    October 2, 2012 at 04:31

    -

  2. escort milano ticinese italian gay daddy
    October 2, 2012 at 19:00

    -

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *